Comitato scientifico

L'edizione 2024 è l'inizio di un percorso

Si è costituito per questa nuova edizione il primo comitato scientifico del Salone del Vino. Un ringraziamento profondo ai docenti che hanno deciso di aderire per costruire un percorso con noi di analisi e ricerca, che partendo dalla manifestazione allarga lo sguardo sulla filiera nella sua interezza. 

Luca Giorgio Carlo Rolle

È professore ordinario di Tecnologie Alimentari presso il DISAFA – Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell?università di Torino. Autore e/o coautore di 550 pubblicazioni scientifiche di cui 193 su riviste ISI.
Presidente della Laurea Magistrale Interateneo Internazionale in Scienze Viticole ed Enologiche di Asti.
Referee per numerose riviste scientifiche e di progetti di ricerca nazionali ed internazionali. Vincitore nel 2015 del premio internazionale Territorio & Vino – sezione ‘Scienza’ conferito da OICCE (Organizzazione Interprofessionale per la Comunicazione delle Conoscenze in Enologia). Responsabile di progetti di ricerca internazionali, regionali e provinciali.
Membro della Società Italiana di Scienze e Tecnologie Alimentari (SISTAL). Accademico ordinario dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino.

Principali tematiche di ricerca svolte:
– Recupero, salvaguardia e valorizzazione di vitigni autoctoni: caratterizzazione polifenolica delle uve e valutazione della qualità dei vini ottenuti;
– Approcci analitici innovativi alla valutazione della composizione fenolica ed alla estraibilità nelle uve da vino: FT-NIR, proprietà meccaniche e acustiche (vinaccioli), valutazione sensoriale;
– Studi di tecniche di vinificazioni innovative per il miglioramento della qualità e della sicurezza dei vini;
– Studi chimici, fisici, meccanici e microbiologici delle uve durante l’appassimento per la produzione di vini speciali: icewines, vini passiti e fortificati;
– Studi sulla shelf life dei vini spumanti;
– Studi sulle proprietà meccaniche delle uve da tavola.

Paolo Sabbatini

Si è laureato in Agraria nel 1996 presso l’Università Politecnica della Marche dove ha anche conseguito il Dottorato di Ricerca nel 2001. Dal 2004 al 2006 è stato Post-Doc presso il Dipartimento di Horticulture alla Michigan State University (USA) nel laboratorio del Prof. James Flore e nel 2007 ha vinto il concorso per Ricercatore sempre alla Michigan State University (USA) nel Dipartimento di Horticulture dove è poi diventato Professore Associato nel 2013 e Professore Ordinario nel 2021 in Viticoltura. Dal 2022 è Professore Orinario di Viticoltura alla Università di Torino presso il DISAFA (Dipartimento di Scienze Agricole Forestali ed Ambientali).

A Torino insegna corsi di viticoltura generale, cambiamenti climatici e gestione del vigneto nelle sedi distaccate di Asti ed Alba della Università di Torino. Durante la carriera ha pubblicato più di 80 lavori scientifici in riviste di settore, 5 capitoli in libri accademici, ha presentato a più di 120 convegni nazionali ed internazionali ed è stato editore di 3 libri. È membro di diverse società scientifiche: SOI Societa’ Italiana di Viticoltura dal 1994; ISHS (International Society of Horticultural Science) dal 2005; ASHS (American Society of Horticultural Science) dal 2006; ASEV (American Society of Enology and Viticulture) dal 2007. E’ stato vincitore di diversi premi e riconoscimenti; vincitore del premio “Giovane Ricercatore” della Università Politecnica delle Marche (2002); vincitore del premio miglior progetto applicato da parte della Entomological Society of America per il lavoro “Michigan Grape Growers Sustainability Assessment and Risk Reduction Tool. Grape*A*Syst” (2010); vincitore del premio per la migliore pubblicazione di ricerca per la rivista AJEV (American Journal for Enology and Viticulture) nel 2014 ; vincitore del “Premio Vallesina” (2016); eletto membro della Accademia Italiana della Vite e del Vino) nel 2018 e nel 2021 e’ risultato vincitore del premio “Antico Fattore” della Accademia dei Georgofili per la categoria “Tecnologie moderne per la gestione del vigneto” per la pubblicazione “Understanding kaolin effects on grapevine leaf and whole-canopy physiology during water stress and re-watering” (Journal of Plant Physiology). È membro del board editoriale del Journal of Plant Science dal 2017, del giornale “Vino, Vite e Qualita’’ dal 2018, del Journal Horticulturae dal 2020, è Associate Editor della rivista scientifica Frontiers in Plant Science dal 2022. Durante la sua carriera è stato invitato come relatore a diversi seminari in Italia (Università di Udine, Piacenza, Napoli, Pisa) in USA (California, Oregon, Ohio, Illinois, New Mexico) e all’estero (Cina, Nuova Zelanda, Francia e Germania).

Eleonora Fiore

Laureata in Ecodesign, Dottoressa di Ricerca in Gestione, Produzione e Design al Politecnico di Torino, è professoressa e ricercatrice in Design (ICAR/13) presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura (DIA) dell’Università degli Studi di Parma (UNIPR). Nelle sue attività scientifiche si è occupata e si occupa della gestione dello scarto della coltivazione dell’uva e della produzione del vino secondo i principi del design sistemico. La sua attività di ricerca si incentra sul sistema alimentare, dalla gestione sostenibile delle filiere al packaging, passando per l’IoT e AI per migliorare la progettazione in ambito food e ridurre lo spreco alimentare. È co-autrice di numerosi articoli scientifici ed è membro per UNIPR del CIPAK (Centro Interdipartimentale per il Packaging), SID (Società Italiana Design) e SDA (Systemic Design Association). Nel corso della sua carriera ha trascorso periodi di attività scientifica e docenza presso università straniere in Olanda e Belgio.

Giovanni Peira

È professore associato presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino. Tra gli insegnamenti universitari e co-docente del Corso di Eco – Management del Turismo e di Gestione della qualità. Le principali tematiche di ricerca sono orientate all’analisi dei sistemi di qualità in ambito agroalimentare e turistico. È responsabile di diversi progetti di ricerca. È membro dell’Accademia Italiana di Scienze Merceologiche e del Centro Interdipartimentale sui Rischi Naturali in Ambiente Montano e Collinare (NATRISK). Ha scritto numerosi articoli scientifici e capitoli di libri ed è coautore di più diverse monografie.

Alessandro Bonadonna

Dottore di ricerca in Cultura e Impresa, è professore associato presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino. I suoi interessi di ricerca sono orientati all’analisi dei sistemi di qualità in ambito agroalimentare, con particolare riferimento alle produzioni tipiche e tradizionali, e in ambito turistico. È membro di diversi progetti di ricerca e le sue attività didattiche riguardano la gestione delle operations e della supply chain, la gestione della qualità e le tecnologie ambientali. È membro dell’Accademia Italiana di Scienze Merceologiche e del Centro Interdipartimentale sui Rischi Naturali in Ambiente Montano e Collinare (NATRISK). Ha scritto numerosi articoli scientifici e capitoli di libri ed è coautore di più diverse monografie.

Egidio Dansero

Egidio Dansero, PhD, è professore ordinario di Geografia economico-politica all’Università di Torino e Vice Rettore vicario per la sostenibilità e la cooperazione allo sviluppo. Coordina la Rete italiana politiche locali del cibo e l’Atlante del cibo di Torino metropolitana. A partire da studi di geografia urbana e industriale gli interessi di ricerca si sono dispiegati nel campo della geografia politica ed economica, delle politiche territoriali, ambientali e di sviluppo e attualmente si concentrano sulle politiche e strategie locali e urbane del cibo. Su questi temi si segnalano in particolare i volumi (in cotutela): Alternative Food Networks. An Interdisciplinary Assessment, Palgrave MacMillan, 2018 e Lo spazio delle politiche locali del cibo : temi, esperienze e prospettive, Celid, Torino, 2019.

Paolo Tamborrini

Paolo Tamborrini è Architetto e Professore Associato di Design. È Preside della Scuola del Design del Politecnico di Torino, fondatore e responsabile scientifico di Innovation Design Lab. Nel 2005 è cofondatore dell’Osservatorio Eco-Pack (OEP). Dal 2015 è Advisor Scientifico del Communication Workpackage del GreenTeam POLITO ed è delegato del Politecnico al Tavolo di lavoro educativo RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile. Dal 2019 è coordinatore del master in Eco Packaging Design – Systemic Innovation Design. È stato coordinatore di numerosi progetti di ricerca a livello nazionale e partner di numerosi progetti internazionali. È redattore di temi di design dell’innovazione, eco-design e sostenibilità per le principali riviste di design nazionali.